Cosa sono le SCIENZE NATURALI

Le Scienze Naturali è quella branca di conoscenza, le quale studia i fenomeni che si ritrovano in natura e lo analizzano con Metodo Scientifico costruendo, così, ipotesi e basi importanti per il futuro.

Anche la Chimica fa parte di questa grande branca del sapere. 

Chi studia le Scienze Naturali, ha il privilegio di raccogliere i propri dati dalla natura, riuscendo così a “rubare” i segreti più intimi della natura che ci circonda, trasformandoli in ipotesi e leggi scientifici  Questo avviene attraverso il Metodo Scientifico, che ha bisogno di molti confronti e di una comunità scientifica che, deve essere sempre dialogante tra loro, per poter confrontare con i risultati avvenuti all’interno di un laboratorio con gli altri. Costruendo così l’enorme castello di conoscenza scientifica ai quali oggi possiamo approdare.

Cosa sia il Metodo scientifico e su quali basi ci si approccia e quali sono le branche che appartengono alle Scienze Naturali saranno oggetto dei prossimi due post.

Lorenza Taiti

 

MOSTRA-CONVEGNO A PROCIDA

Dall’8 Maggio ho iniziato un importante percorso storico che riguarda la RUssia con una Mostra- Convegno dal titolo: Viaggio nella Russia del periodo delXIX e XX secolo. Questo evento si svolge a Procida. Un posto incantevole in una Villa Anche questa davvero fantastica in Via Marcello Scotti, 24 presso l’Associazione Vivara.

Ricordiamo anche che chi ha lavorato per la riuscita di questo evento è l’Associazione “Lagrange” e l’ideatrice di questo periodo intenso culturalemente sono io Lorenza Taiti Responsabile linguistico presso questa Associazione.

Ma non potendo tralasciare l’importante apporto che la Russia ha lasciato in campo scientifico e tecnologico. Infatti nel giorno 24 Maggio alle ore 10,00 parlerò tra tutte le altre questioni in programma anche la spiegazione di alcune conquiste importanti che hanno apportato in campo medico le operazioni alla cataratta, il primo viaggio sulla luna da parte di Yuri Gagarin, parlare anche dell’ultimo studio che tratta di climatologia sulla tesi dell’Università di Mosca che è di recente trattazione.

La mostra è aperta tutti i giorni, la Domenica solo su richiesta.

I Convegni sono così distribuiti:

– 8 Maggio: l’Arte Popolare e anche spiegazioni di carattere storico, geografico, cuturale della Russia dall’epoca delle città stato fino all’epoca della RUssia attuale mettendo a confronto le diverse epoche e la storia del teatro in generale;

– 12 Maggio: Kandinskij e lo studio della formazione del patromimico, L’educazione nell’epoca zarista e quella in epoca comunista e soffermarsi sulle differenze. Per il teatro abbiamo affrontato Anton Cechov;

– 17 Maggio: Chagall e l’approfondimento storico, geografico e culturale della Russia del tempo. Per il teatro parleremo di Bulgakov;

– 24 Maggio: Malevic parleremo dell’importanza di alcucune applicazioni scientifiche soprattutto in campo ingegneristico, medico ed scientifico, l’oraganizzazione della Scuola, la guerra fredda ed altro ancora, per il teatro tratteremo Majakovskij;

– 1 GIugno: Gorki con questo autore tratteremo l’Armenia e la storia in ogni aspetto e il contributo che ha dato per la crescita della Russia dopo l’annessione di questi territori dentro l’Unione Sovietica, per il teatro parleremo di Turghenev;

– 4 Giugno: abbiamo l’Incontro finale con la premiazione finale.

ATTENZIONE: Tutti i convegni iniziano alle 10,00 di mattina!!! Tranne quello del 4 giugno!!!

All’interno di questo evento ci sarà anche un conocorso di pittura aperto a tutti nelle diverse categorie. Si chiama: “La Magia dell’Arte”

I Relatori sono:

Nicola De Cristofaro: moderatore

Lidia Tassella: Per ciò che riguarda il Teatro

Gabriella Agnetta: Per gli argomenti riguardanti l’Arte

Lorenza Taiti: Pre ciò che riguarda storia, geografia, scienza, ingegneria, cultura, pedagogia e ancora altro

Vi aspetto!!!

Lorenza Taiti

 

Avviso

Nei prossimi giorni farò un articolo per quanto riguarda la contaminazione che si rischia in Giappone e la decadenza di alcuni materiali più diffusi nelle centrali nucleari e il perchè si forma la miscela esplosiva dovuto all’Idrogeno e quanto è importante il raffreddamento.

La differenza di tempo della decadenza tra i diversi materiali radioattivi. Ancheil perchè si teme il Plutonio anche più di altri materiali che si trovano all’interno delle centrali. Cosa sonoi reattori. Farò un quadro completo nel mondo tecnico- scientifico di questi avvenimenti.

Anche le ricadute negli ambienti circostati. Perchè essere informati è un diritto di tutti!!!

Lorenza Taiti

Fusione nucleare

Secondo alcuni articoli trapelati, pare che sia a Frascati che a Bologna, sia stata realizzata nei laboratori la Fiusione Nucleare!!! Ciò significherebbe che se sviluppata ad alti quantitativi energici avremmo un rendimento superiore e potrebbe avvenire anche con  altri atomi. Con  la possibilità di avere minori quantitativi di produzione di scorie.

Per ora l’esperimento è stato reso possibile con l’Idrogeno e Nichel. Quindi, è importante anche per il fatto che non è stato usato Uranio impoverito.

Dobbiamo aspettare che ciò venga accolto dal mondo scientifico internazionale. Capire quanto siano sicure le centrali per trasformare questa energia in grandi quantitativi, ma anche se ciò sarà recepito dagli stati a dalle nuove tecnologie per costruire altre tipologie di centrali nucleari.

Per ora senza continuare la mia esposizione sul futuro, possiamo affermare che finalmente, in laboratorio pare sia stata eseguita la fiusione nucleare. Poi in futuro saranno i nostri governanti decidere se meglio continuare sulle progettazioni di centrali a fusione nucleare, ad uranio oppure se meglio la fusione nucleare anche con altri elementi disponibili. Sempre con l’ausilio di scienziati ed ingegneri che questi ultimi dovranno progettare nuovi metodi di adattare le centrali a questo tipo di cambiamento. Così da produrre energia pulita!!!

Lorenza Taiti

 

Rivoluzione nelle sonde spaziali russe

Il nuovo progetto spaziale finanziato dalla Federazione Russa proseguirà con l’invio su Venere di una nuova sonda che verrà lanciata nel 2013.

Per vedere tutta la parte organizzativa di questo progetto andare sul link: http://russiaedintorni.myblog.it/archive/2009/12/16/russia-2013-missione-spaziale-su-venere.html.

In questo articolo esporrò soltanto la parte tecnica scientifica di questo progetto.

In precedenza, su Venere, fu inviata dalla ormai disciolta Urss delle sonde di nome Venera. Ora il progetto russo ha riesumato questo progetto, rinnovandolo con una sonda chiamata Venera-D. Questa sonda, vuole essere il capo stipite di una nuova generazione di sonde progettate dai russi. La nuova Venera-D è sperimentale, ma è stata progettata, per resistere alle difficili condizioni ambientali dell’atmosfera presenti in questo pianeta.

Questa sonda dovrà resistere in missione per molto più tempo delle altre dell’epoca sovietica. Quindi, come tipo di funzionamento sarà molto simile a queste sonde per evitare costi troppi elevati usando le nuove tecnologie sviluppate oggi in Russia.

Pare che Venera-D potrà essere lanciata mediante un razzo e questo potrebbe essere o un razzo di tipo Proton, oppure con un razzo ancora più potente tipo quello Angara. Ancora questa scelta non è stata presa o almeno resa pubblica. Ma sicuramente cercheranno di evitare ogni tipo di possibile fallimento, come è avvenuto per Marte dopo il fallimento della Marsnik e il successivo invio riuscito di una seconda sonda di nome Phobos-Grunt.

Così questa nuova sonda sarà il capo stipite per un rinnovamento industriale per il compartimento spaziale russo, così da iniziare una nuova era di progettazione.

Altre informazioni farò un nuovo post, sia per il progetto ingegneristico e sia per spiegare meglio anche l’importanza scientifica di quest’evento.

Lorenza Taiti

Analisi degli errori parte essenziale per la scienza

Una disciplina essenziale per la ricerca è lo studio dell’analisi degli errori. Questo studio influisce in egual modo sia per la scienza di base e sia per quella applicata.

L’errore in questa disciplina non viene considerato come uno sbaglio effettuato, ma come simbologia di imprecisione o meglio come “incertezza” della misura. Quindi, qualcosa di non evitabile, ma allo stesso tempo molto importante per poter riuscire a giungere a delle conclusioni. Questo errore deve essere più piccolo possibile così che si possa dare delle indicazioni corrette.

Chi studia questa materia o chiuque entra a contatto in maniera seria con la scienza sa benissimo che le misurazione fisiche sono afette da errori quindi “la misurazione esatta” non esiste, ma invece avviene una stima.

Lorenza Taiti

Il Radon: precursore dei terremoti?

Prima di tutto cerchiamo di capire cosa è il Radon. Questo elemento fa parte della tavola periodica e viene indicato tra i gas nobili ( quei gas che non dovrebbero riuscire ad interagire con gli altri atomi perché non hanno elettroni di valenza), è inodore ed incolore.

Per natura il Radon ha parecchi isotopi radiattivi e per questo viene catalogato tra gli elementi radiattivi. Di solito i gas nobili non riescono ad avere legami con altri elementi, se non debolissimi e anche instabili. Il Radon non fa eccezione, infatti forma legami con il Fluoro che si chiama fluoruro di radon. Un’altra sua caratteristica è la sua solubilità in acqua.

Come sappiamo è molto nocivo per la salute; infatti, può causare diversi tumori e anche altre malattie se sono presenti ad alte concentrazioni. Tuttavia il Radon ha diversi utilizzi importanti, uno di questi, se non il più importante, a mio avviso, è il suo utilizzo nella Radioterapia contro i tumori. Può sembrare un contro senso, ma è così.

Anche nell’ambito della sismologia è importante; infatti, secondo alcune ricerca fatte da diversi ricercatori in tutto il mondo e anche da un tecnico qui in Italia, sembra che i terremoti si possano prevedere, calcolando la concentrazione presente nel sottosuolo di questo gas. Ma al momento non si hanno conferme della scienza ufficiale.

Sperando che la scienza prenda seriamente in considerazione anche questa ipotesi, così da prevenire altri terremoti come quello dell’Aquila costato la vita a più di 290 persone e ancora non sembra sia la stima finale.

Ricordiamo, che la famiglia di questo tecnico è scampata alla morte perché, secondo questi calcoli si prevedeva il terremoto proprio lì.

Lorenza Taiti

 

“Caldo” record in Russia

Con le bizzarie del tempo ormai dobbiamo farci i conti. Ricordiamo le recenti piaggie che sono cadute a Roma. Pensate che in una notte è caduta una tale pioggia che corrisponde ad un anno intero di precipitazioni, con i danni che ben conosciamo. Per fortuna il Tevere non è straripato.

A Las Vegas che è situata in mezzo al deserto del Nevada è nevicato, mandando in tilt tutta la città e chiudendo le scuole. Non è un evento tanto normale il fatto che nevichi in mezzo al deserto. Anche qui sempre le stesse dispute, cioè ci sono dei ricercatori che hanno affermato il fatto che questi eventi straordinari nell’ambito clima sono periodici, altri hanno attribuito ciò ai cambiamenti climatici.

Ma ancora un evento senzazionale. Vi immaginate Mosca senza neve? Bene ancora nella Capitale della Federazione Russa non è caduta la neve. Per di più, secondo le medie stagionali, sta nettamente al di sopra; infatti la temperatura quest’anno almeno per ora  si aggira attorno ai -2 gradi. Generalmente, la temperatura in questi periodi dovrebbe essere attorno ai meno16-20 gradi. Con uno spettacolo di neve caduta e ghiacciata che aumenta sempre di più in fascino di questi luoghi. Secondo gli esperti anche l’inverno siberiano è diventato meno rigido.

Sperando per un futuro migliore per noi e il nostro pianeta vi saluto e vi auguro un buon e felice Natale!!!!!

Lorenza Taiti