La Robotica: I Parte

La Robotica è una scienza ingegneristica che studia la natura degli esseri intelligenti, ma con maggior cura la struttura linguistica, psicologica, biologica degli esseri umani, per poter così costruire delle macchine che possano sostituirli nei lavori che solitamente si fanno meno volentieri.

La parola Robotica significa appunto “lavori pesanti” o “lavori forzati”. Infatti, studia l’utilizzo di robot che possano sostituirci nei lavori noiosi, pericolosi e molto altro.

Infatti, questa scienza ha molte branche che descriverò in seguito. E’ considerata una scienza relativamente giovane e al suo interno si studiano diverse branche del sapere, come quelle di origine più umanistica: biologia, fisiologia, psicologia e linguistica. Ma anche altre materie scientifiche: meccanica, automazione, fisica, elettronica, matematica ed informatica.

Lorenza Taiti

 

 

LA CIBERNETICA

   Un ramo in grande crescita nella facoltà di fisica, è senza dubbio l’affascinante cibernetica o più famosa come robotica.

   Questa branca della scienza in grande evoluzione è un ramo della fisica che è al confine con l’ingegneria.

     Questo specializzazione della fisica tratta di costruzione ed acquisizione dei dati per poter “inventare”, modificare e migliorare i robot, esseri virtuali che stanno diventando sempre più specializzati e completi nello svolgere i diversi compiti per i quali vengono costruiti.

     Nei laboratori di cibernetica siti nelle nostre università e nei vari enti di ricerca si stanno sviluppando dei robot che possano avere nelle loro capacità alcune caratteristiche utili a persone portatori di handicap di vario genere. Ad esempio si stanno sviluppando nei laboratori delle nostre università dei “domestici virtuali”. Cioè dei robot che riescono a compiere delle semplici ma fondamentali funzioni della vita domestica. Nelle nostre università si stanno inoltre sviluppando dei prototipi di “gambe virtuali” sempre più progredite per aiutare i disabili che hanno appunto perso l’utilizzo degli arti inferiori.

     Ma la scienza cibernetica ci permette anche di trarre dati importanti sulla costruzione di robot che non sempre sono utili per il progresso umano, ed a volte anche futili: ad esempio si sta cercando di creare per puro narcisismo “persone virtuali” sempre più simili all’uomo, ultimamente, per pure “esigenze” edonistiche si è costruito un umanoide che ha la sola funzione di svolgere attività sessuali con un essere umano.

   Molto spesso la scienza fa spuntare interrogativi sul dove tanta evoluzione ci porterà… Visto che oggi siamo già arrivati ad un buon livello.

   Speriamo che le nostre università si tengano lontane da inutili ricerche volte solo al narcisismo ed all’edonismo, e si continuino a dedicare a scoperte veramente utili al genere umano.

 Lorenza Taiti