Il bilanciamento delle equazioni chimiche

Come già detto le reazioni alla fine delle loro trasformazioni devono dare dei prodotti. Questi prodotti devono corrispondere allo stesso numero di atomi presenti in precedenza, quindi bisogna introdurre dei numeri che ci permettono di fare questa trasformazione descrittiva. Questi numeri che bisogna aggiungere per poter bilanciare le diverse equazioni chimiche, si definiscono “coefficienti.”

Presentando sempre lo stesso esempio di prima, abbiamo: C3H8 + O2 = CO2 + H2O. Però, come si può notare non è bilanciata. Quindi ora si procederà a bilanciarla: C3H8 + 5O2 = 3CO2 + 4 H2 O.

I numeri introdotti che si aggiungono, sono: 5,3,4 sono i coefficienti stechiometrici prima spiegati.

Ma come facciamo a sapere se l’equazione è stata bilanciata bene? Prima di tutto dobbiamo sapere che il numero di atomi di un dato elemento, deve essere uguale in entrambi le parti dell’equazione, quindi calcoliamo se il bilanciamento svolto è giusto.

Iniziamo: O2 dobbiamo moltiplicarlo per il numero di molecole previste nell’equazione con il coefficiente. Quindi si ha: 5×2=10 atomi di ossigeno tra i reagenti. Ora calcoliamo quanti atomi di ossigeno sono presenti tra i prodotti 3×2 + 4=10. Quindi per l’ossigeno abbiamo raggiunto il bilanciamento. Ora continuiamo con l’H. Tra i reagenti l’idrogeno ha 8 atomi ora controlliamo se anche tra i prodotti saranno uguali. 4×2=8. Anche per l’idrogeno abbiamo raggiunto il bilanciamento. Ora lo stesso procedimento lo faremo anche per il Carbonio. Tra i reagenti abbiamo 3 atomi di C, osserviamo tra i prodotti: 3×1=3. Anche qui è raggiunto il bilanciamento degli atomi, allora possiamo affermare che il bilanciamento effettuato è giusto!

Lorenza Taiti

L’equazione chimica

L’equazione è chimica è uno strumento grafico teorico, per descrivere ciò che avviene nel mondo chimico delle trasformazioni da una o più sostanze di partenza e quelle finali.

Per essere chimicamente più precisi, dobbiamo ricordare che le sostanze di partenza, in qualsiasi tipo di reazione, si chiamano reagenti e vengono scritte a sinistra, mentre i loro prodotti, cioè i risultati, che provengono dalle reazioni sono detti “prodotti di reazione” o semplicemente “prodotti” e vengono scritte a destra.

Per fare un esempio prendiamo quello già svolto in precedenza del propano.

Reagenti C3H8 + O2 = CO2 + H2O Prodotti.

Lorenza Taiti